Categoria:

Posate bio: salvare l’ambiente con scelte responsabili

Pubblicato il 17 Marzo 2023
posate usa e getta compostabili

Con l’arrivo della bella stagione cresce il desiderio di pasti o feste in compagnia all’aria aperta, così come hanno luogo più di frequente sagre o eventi.

In questi casi risulta utile o addirittura fondamentale disporre di prodotti usa e getta come piatti, bicchieri e posate.

Quando non ci si vuole ridurre a un pratico ma monotono panino o si vuole puntare a qualche cibo un po’ più ricercato queste soluzioni sono fondamentali.

Ma quanto inquinano questi prodotti?

In realtà vedremo che la selezione di piatti, bicchieri e posate bio può considerarsi una scelta responsabile che non impatta negativamente sull’ambiente.

Un’opzione, dunque, pratica che rispetta il Pianeta.

Posate bio: perché non danneggiano l’ambiente?

Le soluzioni monouso biodegradabili rispettano l’ambiente grazie alla loro realizzazione in materiali ecosostenibili come legno o CPLA.

Entrambi materiali resistenti ma non inquinanti, a differenze delle posate in plastica in uso fino a poco tempo fa che compromettevano la salute della nostra Terra.

Le posate bio sono in grado di decomporsi nel giro di pochi mesi senza trasformarsi in sostanze tossiche per l’ambiente e gli animali, come ad esempio le microplastiche.

Al contrario, una volta decomposte, le posate bio diventano una risorsa preziosa per il terreno: un ottimo concime per nutrire il terreno.

Questi prodotti passano così dall’essere rifiuto all’essere ricchezza per l’ambiente.

Quando sfruttare piatti, bicchieri e posate bio?

Come anticipato, l’avvento della primavera porta con sé l’aumento di momenti di convivialità.

In diverse situazioni è comodo essere in possesso di soluzioni monouso: sia per pasti all’aperto, sia per ristoranti che offrono take away, catering per eventi speciali, sagre di paese o festicciole tra amici, piatti e posate bio risultano necessari.

Per le attività che svolgono servizi di asporto e take away un piccolo gesto come offrire le posate può acquisire grande valore agli occhi dei consumatori.

I vantaggi delle posate bio

Tra le ragioni principali che spesso spingono all’utilizzo di piatti e posate bio, e in generale stoviglie compostabili, è la praticità.

Quando bisogna affrontare un alto numero di persone, spesso è difficile gestire il tutto con piatti in ceramica e posate in acciaio.

Talvolta non si dispone di servizi così tanto assortiti.

Altre volte invece si scelgono per praticità o per esigenza soluzioni che non richiedono il lavaggio: quando il numero di persone cresce anche i tempi da dedicare al lavaggio stoviglie aumentano e hanno impatto, al di là che si gestisca o meno un ristorante o un’attività alberghiera.

Ulteriori motivi a sostegno di piatti e posate bio sono legati alla sicurezza ed efficienza di queste soluzioni.

Essendo prodotti usa e getta non vi è rischio di contaminazione: vengono rispettati gli standard di igiene perché ogni persona fa uso di prodotti nuovi di zecca.

Inoltre, i materiali in cui sono realizzati i prodotti monouso non comportano il rischio di rompersi, a differenza delle tradizionali stoviglie in ceramica.

A fronte di questi numerosi vantaggi con le passate soluzioni monouso in plastica bisognava pagare il prezzo di un importante inquinamento ambientale.

Grazie all’introduzione di piatti, bicchieri e posate bio possiamo invece godere di tutti questi vantaggi in totale rispetto del Pianeta.

Altre news dal nostro blog

Naviga nel sito
Hai perso la tua password?

Logo WhatsappScansiona il QRCode dal tuo telefono per scriverci su Whatsapp